No al tunnel: i comitati raccolgono tremila firme. Il 9 maggio incontro con il sindaco Sbrocca

IMG_0114I comitati contro il tunnel fanno sul serio e continuano inesorabili nel loro cammino di ostruzione contro l’iter procedurale che dovrebbe avallare la realizzazione del tunnel che potrebbe collegare il lungomare nord Cristoforo Colombo con il porto di Termoli.

Già da qualche tempo i comitati avevano avviato una raccolta firme che oggi è stata presentata e documentata alla stampa nell’atrio del municipio in attesa che tutta la documentazione arrivi nelle mani del sindaco. Circa tremila le firme raccolte con le quali i termolesi chiedono che l’iter pro tunnel venga sospeso in attesa del referendum e diquella discussione pubblica che invece sindaco e maggioranza non ritengono fondamentale. “Per la realizzazione di queste strutture – ha detto Giulio Botteri – ci vuole la responsabilità politica”.

Per il momento però dell’iter procedurale si è discusso solo in commissione ma nessun dibattito in aula consiliare si è mai tenuto così come richiesto dai comitati ma anche dai consiglieri di opposizione. Una sorta di muro contro muro che continua. I comitati hanno preso apputamento con il sindaco Angelo Sbrocca, appuntamento rimandato dal 5 maggio al 9 maggio per impegni istituzionali del primo cittadino. I comitati aspetteranno con tutta la forza che li sta portando avanti in questa fase.

I presenti alla conferenza stampa sono apparsi molto determinati e hanno voluto anche sottolineare che in base all’articolo 25 del consiglio comunale, gli è stata negata la sala consiliare per un dibattito pubblico che si voleva organizzare proprio sulla realizzazione del tunnel. Secondo i comitati le tremila firme raccolte sono molto importanti e dimostrano un certo orientamento dei termolesi, la raccolta tuttavia proseguirà perchè secondo coloro che l’hanno attuata I residenti sarebbero molto entusiasti nel consegnare la propria firma per un’opera che è ritenuta superficiale rispetto a molte altre. E allora i comitati oltre al referendum chiedono attualmente la sospensione dell’iter ma anche una decisione per alzata di mano in consiglio comunale, in quanto chi si assume la responsabilità di realizzare quest’opera, che in qualche modo stravolgerà la zona più bella di Termoli, lo deve fare alla luce del sole. GC

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 2017 Termoli Live. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.