Rapina all’agenzia di scommesse Planetwin 365 di Termoli, i carabinieri arrestano due termolesi di 24 e 26 anni entrambi pregiudicati

IMG_7956Il colpo era stato studiato nei minimi dettagli. Ma purtroppo per loro, a distanza da pochi giorni dalla rapina a mano armata all’agenzia di scommesse planetwin 365, sono stati entrambi arrestati. pregiudicati e pronti a tutto, tant’è che lo scorso 18 gennaio intorno alle 18,55, hanno fatto irruzione all’interno dell’agenzia di via IV novembre. Il primo con un fucile a canne mozze in mano con due colpi in canna. Il secondo con in coltello.

Avevano il volto travisato da un cappuccio e hanno puntato il fucile alla tempia del gestore dell’agenzia facendosi consegnare tutto il denaro che c’era in cassa. Si sono portati via quasi duemila euro e poi, avendo già calcolato tutto, si sono diretti a Pozzo Dolce dove hanno nascosto le armi ed i vestiti che hanno usato per la rapina.

Poi, sia il 24enne, D.A. le iniziali del suo nome, che il 26enne, C.L., sono tornati nelle loro abitazioni come se nulla fosse.

Ad illustrare l’operazione il comandante della compagnia dei carabinieri di Termoli Ficuciello e dal vice Nestola che hanno voluto esaltare e promuovere l’attività posta in essere dai carabinieri del Nucleo Operativo che subito hanno risolto il caso.

IMG_7958IMG_7960Dopo aver visionato i filmati e sentito il gestore dell’agenzia, raccolto impronte ed altri dettagli, l’attività investigativa dei militari ha colpito subito nel segno. I carabinieri sono arrivati nelle case di entrambi i ladri, ed in una abitazione hanno rinvenuto il portafogli vuoto del gestore dell’agenzia con solo la sua patente all’interno.

Il malloppo è stato trafugato immediatamente e poi da successivi accertamenti nella zona di Pozzo Dolce sono stati ritrovati il fucile a canne mozze, il coltello ed i vestiti usati per il colpo.

Il 24enne ed il 26enne sono stati subito arrestati con l’accusa di rapina a mano armata e condotti nel carcere di Larino dove adesso aspettano di essere interrogati dal giudice per le indagini preliminari. Uno dei due, visto i suoi precedenti reati, era attualmente colpito da una misura restrittiva e doveva farsi trovare in casa in determinati orari della giornata.

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 2017 Termoli Live. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.