Uccide con la pistola l’automobilista che a luglio investì senza lasciare scampo alla moglie in scooter, si costituisce 36enne a Vasto

carabinieri-genericaE’ una tragica vicenda di cronaca che arriva dalla vicina Vasto. Una storia d’amore stroncata da un gravissimo incidente stradale mischiata ad una dose di follia che ha portato un uomo ad uccidere l’automobilista che nel luglio scorso aveva ucciso la moglie 35enne in un grave incidente stradale.

La vendetta nel pomeriggio del primo febbraio intorno alle 15,30. Italo D’Elisa, 21enne di Vasto, stava uscendo da un bar di via Perth quando davanti a lui è spuntato  Fabio Di Lello, 36enne panettiere del posto ed ex calciatore. Quest’ultimo ha estratto una pistola semiautomatica ed ha esploso quattro colpi nei confronti di Italo D’Elisa che non ha trovato scampo morendo quasi all’istante. Proprio D’Elisa nel luglio scorso in un tragico incidente stradale ha ucciso la moglie di Di Lello, Roberta Smargiassi 35anni all’epoca dei fatti.

La donna era in sella al suo scooter quando procedeva per attraversare un incrocio, ma secondo la ricostruzione del caso D’Elisa non si fermò allo stop investendo la moglie. Un tragico evento che con molta probabilità Fabio Di Lello non ha mai superato fino al pomeriggio quando ha estratto la pistola ed ha fatto fuoco. A quel punto ha abbandonato la zona e si è portato al cimitero di Vasto dove ha lasciato la pistola utilizzata per l’omicidio all’interno di una busta da lettere e sulla tomba della moglie defunta.

In seguito ha chiamato il suo avvocato e si è costituito. Intanto in via Perth sono giunti i sanitari del 118 con i carabinieri e la polizia, ma l’unica cosa possibile da fare è stata la constatazione della morte del 21enne che giaceva al suolo. Adesso il 36enne si trova in stato di fermo in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

 

comments

Condividi questo articolo

Articoli Recenti

© 2017 Termoli Live. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.