La città cade a pezzi, ma si pensa al tunnel. Termolesi esausti

cavalcavia(foto Facebook) – Sui social e per le vie della città è ormai un continuo sfogarsi. I termolesi non ne possono più dello stato in cui versa la città adriatica. L’amministrazione è al lavoro e si è messa a tappare “i buchi” che da un po’ di tempo a questa parte si riscontrano sul manto stradale e quasi dappertutto. Sia in periferia che in centro è un continuo evitare buche da parte di automobilisti, motociclisti ma anche da parte die pedoni. Termoli qualche tempo fa sembrava quasi una località di montagna quando la neve si scioglie e se ne va. Ci sono però due problemi, Termoli non è una località di montagna e forse negli ultimi tempi è entrata anche nel guinness dei primati per la poca quantità di coltre bianca caduta rispetto a tutto il resto del centro sud. La pioggia battente che pure ha interessato il litorale non può essere l’unica colpevole.

Sui social impazza la polemica, che tuttavia lambisce solamente di striscio i diretti interessati che sono in tutt’altre faccende affaccendati. La vicenda del tunnel ingloba ogni singolo pensiero dei componenti dell’amministrazione comunale che, evidentemente, si dimenticano di avere un territorio alquanto esteso e cui pensare. E’ un continuo di pubblicazioni di foto di strade, ponti e passaggi sopra l’autostrada che sottolineano una città al minimo storico nella gestione di queste problematiche.

E’ vero, c’è crisi. Ci sono pochi fondi. Ed i comuni lo sanno più di qualsiasi altro ente. Tuttavia una situazione del genere non è più sostenibile. “Termoli buchi buchi” è il motivo ricorrente nelle vie della città. E non per richiamarsi ad un antico ballo, ma bensì per far subito capire agli interlocutori di che cosa si sta parlando.

Ma poco importa, forse, perché tutte le energie sono profuse per lo studio e la realizzazione di quel passante che potrebbe diventare il fiore all’occhiello di questa amministrazione comunale. Tunnel, parcheggi, negozi, locali commerciali, passeggiata sul mare. Tutto bellissimo, ma poco se ne intravede l’utilità se poi il resto della città non sarà all’altezza della situazione. Al momento è così, sono partiti i “rappezzamenti” e sono fin troppo visibili per l’attualità del colore del catrame che riempie i “buchi buchi” rispetto al resto del manto stradale.

Vien sempre detto che la speranza è l’ultima a morire ed anche in questo caso ci si augura che si corra subito ai ripari, tunnel permettendo.

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 2017 Termoli Live. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.